Intarsi


Cosa sono gli intarsi e perchè vengono fatti?

Si tratta di un manufatto protesico altamente estetico che costituisce una validissima alternativa alle classiche otturazioni in composito. Più precisamente, un intarsio è un restauro che viene cementato sulla parte masticatoria di un dente premolare o molare.

Gli intarsi permettono di salvaguardare la struttura dentale sana rimasta e di ricostruire con ottimi risultati estetici e funzionali, anche parti del dente estese. Costituiscono una valida alternativa alle otturazioni in denti danneggiati da carie o usura che tuttavia, non hanno bisogno di essere ricoperti con una capsula.

Un intarsio può essere fatto per varie ragioni:

  • In alternativa ad un'otturazione molto grande, che potrebbe risultare non sufficientemente robusta.
  • Per evitare l'uso dell'amalgama d'argento nelle otturazioni.
  • Quando si voglia ottenere un'otturazione nei denti posteriori con un risultato estetico ottimale (intarsio di ceramica o di resina).

A sinistra: otturazioni in amalgama; a destra: le otturazioni sono state sostituite con intarsi.

Di che materiale sono fatti gli intarsi?

Gli intarsi possono essere fatti d'oro, di ceramica o di resine composite. Fino a qualche anno fa, la tecnica degli intarsi era limitata all'uso dell'oro, ma attualmente l'utilizzo di materiali dello stesso colore del dente sono in grado di conferire ai restauri con intarsi, ottimi risultati estetici. Il materiale più adatto al caso sarà scelto in base ad esigenze estetiche, tenendo in considerazione anche il notevole carico masticatorio al quale i denti posteriori sono sottoposti.

Quando sono indicati?

Sono indicati particolarmente in caso di sostituzione di vecchie otturazioni in amalgama molto estese o in caso di denti con corona molto compromessa.

Quali vantaggi offrono in più?

Essendo costruiti in laboratorio sull'impronta dei nostri denti, ci permettono di ripristinare perfettamente l'anatomia, il colore e la funzione di ciascun elemento dentario.

E il costo?

Il costo è all'incirca il doppio di una otturazione tradizionale.

Stefano Pareschi

Stefano Pareschi, dentista a Ferrara

Sono chirurgo odontoiatra da 30 anni e ho sempre lavorato nella provincia di Ferrara... Leggi tutto »

ONLAY in porcellana

1) Questo primo molare si presenta con una vasta zona cariosa
2) Carie estesa: viene ridotta (preparata) buona parte del dente, eseguita un'impronta e costruito un onlay in porcellana
3) Nell'appuntamento successivo l'onlay di porcellana viene adattato e cementato al dente.
4) Guarda bene come l'onlay di porcellana si confonde bene con gli altri denti naturali!

A sinistra: intarsio viene inserito nel dente preparato; a destra: intarsio cementato al dente.

Le Domande più frequenti

I vantaggi del dentista convenzionato | Ferrara - Vai alla risposta

Riflessioni sulle terapie odontoiatriche "Low Cost" all'estero - Vai alla risposta

Protesi fissa a carico immediato su impianti: esistono controindicazioni? - Vai alla risposta

Altre domande