Il laser per la rimozione delle macchie delle gengive


La possibilità di rimozione di "macchie" sulle gengive è condizionata dalla diagnosi sul cosa e perché esse si siano formate....

Una causa frequente, specie in passato quando se ne faceva molto uso, è il tatuaggio provocato da grosse ricostruzioni in amalgama d'argento che, arrivando a diretto contatto con le gengive, ed essendo soggette ad un certo grado di ossidazione superficiale, causano alla lunga queste iperpigmentazioni molto difficili da eliminare anche dopo aver rimosso la vecchia otturazione in amalgama. L'utilizzo del laser a diodo in questi casi può essere di aiuto ma non è detto che possa essere risolutivo.

Altre "macchie" ma di tipo molto più doloroso possono essere afte, herpes, lichen, leucoplachia, tutte lesioni patologiche che possono essere trattate e/o asportate in modo quasi del tutto indolore proprio con l'utilizzo del laser a diodo e che vanno incontro a rapida guarigione nel giro di pochi giorni e con minima sintomatologia. (Nel caso di sospetta leucoplachia è obbligatoria una analisi istologica del tessuto in quanto si tratta di lesione pre-cancerosa).

← Torna alle domande sul tema "estetica"

Vuoi contattare lo studio per conoscere i prezzi? Li trovi già qua!

Vuoi contattarci per un appuntamento?
Chiama il numero 334 3902499
Oppure scrivi una mail a
info@dentistaferrarapareschi.com

Stefano Pareschi

Stefano Pareschi, dentista a Ferrara

Sono chirurgo odontoiatra da 30 anni e ho sempre lavorato nella provincia di Ferrara... Leggi tutto »

Le Domande più frequenti

Si possono rimodellare le gengive col laser? - Vai alla risposta

E' vero che l'ossigenoterapia rinnova la pelle? - Vai alla risposta

In che modo il laser può aiutare chi deve fare un impianto dal dentista? - Vai alla risposta

Altre domande