E' meglio un ponte o un impianto?


Per rispondere ad una domanda classica "MA E' MEGLIO UN PONTE O UN IMPIANTO ?" è necessario conoscere le profonde differenze che caratterizzano queste due alternative protesiche.

Il cosiddetto "ponte" è un manufatto costituito da una sottostruttura metallica e una parte sovrastante in materiale estetico del colore più simile possibile ai denti naturali del paziente; il tutto viene fissato con particolari cementi adesivi a due o più denti naturali precedentemente preparati dal dentista (cioè assotigliati e abbassati per creare lo spazio necessario per sostenere le corone protesiche).
L'impianto è una vite in titanio che viene infissa nell'osso mascellare o mandibolare e che ha la funzione di nuova "radice" per il dente o il ponte che verrà in seguito realizzato. Con questa soluzione il paziente può sostituire il dente mancante senza minimamente intaccare gli altri denti naturali ai quali viene così risparmiata una fastidiosa e ormai anacronistica limatura.
In conclusione: è sempre preferibile, quando sono presenti le giuste condizioni anatomiche, la soluzione con impianti piuttosto che quella con un ponte tradizionale. Inoltre, anche se nella maggior parte dei casi si rivela un pò più costosa, è la soluzione che si rivela molto più accettabile sia esteticamente che funzionalmente.

← Torna alle domande sul tema "implantologia"

Vuoi contattare lo studio per conoscere i prezzi? Li trovi già qua!

Sei interessato ad una visita per un preventivo? Contattami!


Privacy Policy

Stefano Pareschi

Stefano Pareschi, dentista a Ferrara

Sono chirurgo odontoiatra da 30 anni e ho sempre lavorato nella provincia di Ferrara... Leggi tutto »

Le Domande più frequenti

Si possono rimodellare le gengive col laser? - Vai alla risposta

E' vero che l'ossigenoterapia rinnova la pelle? - Vai alla risposta

In che modo il laser può aiutare chi deve fare un impianto dal dentista? - Vai alla risposta

Altre domande